Verifica polveri sottili

Studi ed analisi sulle polveri sottili (Pm10)

Negli ultimi anni si sono intensificate diverse attività di monitoraggio ambientale al fine di rilevare la presenza di contaminazione atmosferica nelle città e di garantire la salubrità dell'aria negli ambienti di lavoro.

Tra gli agenti inquinanti la preoccupazione maggiore è data dalle polveri sottili (PM 10) ossia delle particelle (che si manifestano in stato solido e liquido) di varie dimensioni che si trovano sospese nell'aria, in concreto: sostanze chimiche, idrocarburi e metalli pesanti.

Numerosi Comuni si sono attivati per eseguire periodicamente dei monitoraggi volti a rilevare i livelli di inquinamento da polveri sottili in città.

La nostra Società, con l'ausilio di strumentazione professionale e di ultima generazione, esegue dei monitoraggi sia per aziende che privati per verificare che l'inquinamento atsmosferico non superi i livelli dannosi per la salute umana.

Oltre a valutare l'inquinamento nelle città, il monitoraggio periodico delle polveri sottili è altresì necessario agli RSPP aziendali e medici competenti per garantire una qualità dell'aria negli ambienti di lavoro al fine di eliminare qualsiasi rischio per la salute dei lavoratori, poichè la ripetuta esposizione ed inalazione di sostanze tossiche (tra cui anche le apparenti innoque polveri di toner delle stampanti/fotocopiatrici/fax, etc.) può causare malattie o problemi respiratori.

Il monitoraggio delle polveri sottili viene eseguito per valutare la contaminazione atmosferica derivante da:

  • inquinamento prodotto dai veicoli a motore (combustione carburante, oli, usura di pneumatici, freni ed asfalto);
  • combustione di sostanze liquide, solide e gassose ( tra cui riscaldamento civile ed industriale);
  • combustione del legno e di altri materiali solidi;
  • polveri di toner delle stampanti e fotocopiatrici in ambiente di lavoro.